Jonas & The Massive Attraction - Live Out Loud

"Live Out Loud" is Canadian rock singer Jonas Tomalty's fourth studio album, the second with the monicker Jonas & The Massive Attraction.   The follow up to the chart topping "Big Slice" was recorded in Montreal and Nashville, produced by Mark Holman and Marti Frederiksen (Aerosmith, Buckcherry, Pink, Daughtry) and released last week via Big Slice Records. 

If you're into Hedley, Hinder, David Cook and this kind of modern melodic rock band, then "Live Out Loud" is a record for you.   Listen to the single and album opener "Ultimate Low" following this link.

foreigner can't slow down front cover

  • Release Date: U.S.A. 2 Ottobre 2009 / EU: 1 Marzo 2010
  • Etichetta: Rhino (U.S.A.) / earMusic - Edel (EU)
  • Produttore: Marti Frederiksen & Mick Jones

 

  • Kelly Hansen - lead and background vocals
  • Mick Jones - guitars, keyboards, background vocals
  • Tom Gimbel - guitars, saxophone, background vocals
  • Michael Bluestein - keyboards
  • Jeff Pilson – bass, background vocals
  • Brian Tichy - drums

 

[voto: 4.5]"Can't Slow Down" esce a distanza di ben tre lustri dal precedente studio album dei Foreigner "Mr. Moonlight" e dopo qualche anno di rodaggio con il nuovo cantante Kelly Hansen. Quest'ultimo, una delle voci più belle e snobbate del panorama rock, ha raccolto il testimone dal leggendario Lou Gramm nel 2005, una missione quasi impossibile; invece, il quarantanovenne ex cantante di Hurricane e Unruly Child tra gli altri, non fa rimpiangere il buon vecchio Lou, portando nuova linfa e personalità alla storica band capitanata dal chitarrista Mick Jones.

L'album è uscito negli U.S.A. con la stessa formula (di successo) delle ultime release di Journey, Eagles e Kiss: una confezione ricca e varia di contenuti venduta in esclusiva nei supermercati della catena Wal-Mart. In questo caso, oltre al nuovo disco, c'è un secondo CD con una raccolta di successi remixati e un DVD contenente estratti dal tour europeo del 2009, interviste e altro ancora. Purtroppo per noi europei, queste succulenti edizioni sono solitamente disponibili solo negli States; fortunatamente la release europea di "Can't Slow Down", uscita in questi giorni, è altrettanto ricca ed economica: l'unica differenza è la presenza di un live in Las Vegas del 2005 al posto della raccolta.
Chiunque abbia potuto vedere questa formazione dal vivo era già a conoscenza della bravura e della coesione dei suoi componenti, della voce straordinaria di Hansen e della potenza della sessione ritmica (composta da due "metallari" quali Jeff Pilson e Brian Tichy). L'incognita riguardava quindi la qualità delle canzoni che avrebbero scritto.

In fase di songwriting, la coppia Jones/Hansen è stata aiutata dal produttore Marti Frederiksen, hit maker di provata fama (Aerosmith, Def Leppard e Mötley Crüe tra i suoi "clienti").
Il risultato è l'ennesima FM rock band di "dinosauri" (vedi Journey, Loverboy, REO Speedwagon) capace di confezionare un disco di classe e in grado di rendere felici tutti i fan del genere.

Abbondano lenti e mid tempo qui, ma va tutto bene quando si tratta di power ballad della fattura di "I Can't Give Up", "I'll Be Home Tonight" o della strepitosa "In Pieces". Quest'ultima è  la canzone più bella ed emozionante dell'album ed è stata da pochissimo rilasciata come secondo singolo per le radio U.S.A. Il primo era stata la sognante "When It Comes To Love", rimasta nella Top30 A/C Airplay Chart per diverse settimane.
Tra i pezzi rock sono da segnalare la title track "Can't Slow Down", "Angel Tonight", "Ready" e "Too Late" (già presente nella raccolta del 2008 "No End In Sight"), dove i Foreigner si trasformano in una versione AOR dei Maroon 5. Il miglior pezzo rock è però "Living In A Dream", con un fantastico (e atipico per il genere) arrangiamento di fiati ed archi. "Give Me A Sign" e lo splendido slow "Fool For You Anyway" sono lì a ricordarci che le origini musicali di Mick Jones sono da ricercarsi nel soul e R&B degli anni '60.

Se della raccolta pare superfluo parlare, vorrei spendere invece due parole per il DVD e in particolare per il live registrato in Europa: non è un prodotto da bocciare (soprattutto considerando il prezzo del pacchetto) ma è un vero peccato che sia stata presa la bizzarra scelta di abbinare filmati di diverse date durante la stessa canzone, con il risultato che audio e video sembrino spesso slegati tra loro.

Se siete cresciuti a pane e classic rock, non perdete l'appuntamento con la storia: l'11 aprile, i Foreigner si esibiranno per la prima volta in Italia, all'Alcatraz di Milano (organizzazione Barley Arts, per maggiori info vedi la nostra sezione concerti).

Tracklist di Can't Slow Down

CD1:

  • 01. Can't Slow Down   (Jones, Hansen, Frederiksen) 3:28
  • 02. In Pieces   (Jones, Hansen, Frederiksen) 3:53
  • 03. When It Comes To Love   (Jones, Hansen, Frederiksen) 3:54
  • 04. Living In A Dream   (Jones, Hansen, Frederiksen) 3.43
  • 05. I Can't Give Up   (Jones, Hansen, Frederiksen, McEwan) 4:32
  • 06. Ready   (Jones, Hansen, Frederiksen) 3:43
  • 07. Give Me A Sign   (Jones, Hansen, Frederiksen) 3:52
  • 08. I'll Be Home Tonight   (Jones, Hansen, Frederiksen) 4:14
  • 09. Too Late   (Jones, Frederiksen, Lieber, Irwin) 3:45
  • 10. Lonely   (McEwan, Frederiksen) 3:29
  • 11. As Long As I Live   (Jones, Hansen, Frederiksen) 3:48
  • 12. Angel Tonight   (Jones, Hansen, Frederiksen) 3:32
  • 13. Fool For You Anyway   (Jones) 4:04

CD2:

  • 01. Feels Like The First Time (Jones) 3:53
  • 02. Cold As Ice   (Jones, Gramm) 3:21
  • 03. Hot Blooded   (Gramm, Jones) 4:24
  • 04. Blue Morning, Blue Day   (Jones, Gramm) 3:11
  • 05. Double Vision   (Jones, Gramm) 3 :42
  • 06. Dirty White Boy   (Jones, Gramm) 3:39
  • 07. Head Games   (Gramm, Jones) 3:39
  • 08. Juke Box Hero   (Gramm, Jones) 4: 21
  • 09. Urgent   (Jones) 4:29
  • 10. I Want To Know What Love Is   (Jones) 5:02

DVD:

  • Live and more:
    • -Recording the album
    • -Behind-the-scenes
    • -Interviews
    • -Live in Europe


Discografia dei Foreigner

  • Foreigner (1977 Atlantic)
  • Double Vision (1978 Atlantic)
  • Head Games (1979 Atlantic)
  • 4 (1981 Atlantic)
  • Agent Provocateur (1984 Atlantic)
  • Inside Information (1987 Atlantic)
  • Unusual Heat (1991 Atlantic)
  • Mr. Moonlight (1994 Arista)
  • Can't Slow Down (2009 Rhino - earMusic/Edel)



Link suggeriti